Cronaca

Morte di Alessandro Grandis: la famiglia vuole fare chiarezza

Il giallo di Santo Domingo chiama in causa la Farnesina

Il caso dell’albissolese Alessandro Grandis non convince, il corpo del giovane farmacista era stato senza vita a bordo della piscina del residence “La Joya” in Repubblica dominicana, un mese fa, dopo un volo di tre piani.  Le circostanze sono sospette: niente alcol, niente sostanze stupefacenti, una donna potrebbe aver visto Grandis prima del brutale impatto.

Gli avvocati ingaggiati dalla famiglia Grandis, dopo essere stati alla Farnesina, hanno fatto tradurre i documenti in italiano e li hanno portati in Procura a Savona. Il dossier, dopo l’analisi del sostituto procuratore Vincenzo Carusi, saranno trasferite alla Procura di Roma. Le carte registrano gli esiti dell’autopsia e gli ultimi messaggi inviati da Alessandro agli amici. Sembrerebbe tutto regolare, ma i genitori di Alessandro (la madre è medico legale) hanno rilevato alcune incongruenze sulla ricostruzione e fanno appello alla Farnesina per sollecitare le indagini della polizia locale, ora impegnata a indagare su una fotografa Polacca forse implicata nella vicenda del 28enne.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: