Attualità

La Croce Rossa di Savona inaugura il nuovo ambulatorio ed un’ambulanza

Si è tenuta, alla presenza del sindaco Ilaria Caprioglio, del viceprefetto Salvatore Mottola D’Amato, dei rappresentanti della Croce Rossa, delle infermiere volontarie e dei familiari del dottor Cortese, l’inaugurazione di una nuova ambulanza e dell’intitolazione del nuovo ambulatorio al dottor Federico Cortese, molto attivo nella Croce Rossa.

“Oggi s’inaugura il nuovo ambulatorio che è stato affidato alle infermiere volontarie”, dichiara il dottor Giusto, “e voglio ringraziare tutte le autorità presenti”.

Stessa emozione da parte del presidente del comitato locale di Savona Giuseppe Curto :”Saluto e ringrazio tutti dicendo che l’ambulatorio, più moderno e funzionale, sarà affidato alle infermiere volontarie. Rivolgo un sincero grazie a tutti coloro che hanno reso servizio durante l’emergenza Covid, in particolar modo i volontari fissi e quelli temporanei”.

“Ringrazio per l’invito a nome del Prefetto e della Prefettura”, afferma il viceprefetto Salvatore Mottola D’Amato, “rivolgendo la mia gratitudine verso i medici e gli operatori presenti durante l’emergenza sanitaria. Abbiamo potuto contare su grandi persone ed essere medico per me vuol dire esserlo sempre, esserlo dentro e portare valori insostituibili. I medici, che ci accompagnano dalla nascita alla morte, sono un punto di riferimento importante e bisogna fare onore a tutti gli operatori per il loro contributo durante l’emergenza Covid”.

“Porto il saluto del comune ed un grazie da parte della città”, sottolinea il primo cittadino savonese, “e voglio dire ai volontari che siete fondamentali per la città e lo avete dimostrato nell’emergenza anche attraverso i protocolli siglati con l’amministrazione per portare la spesa ed i farmaci a casa alle persone malate. Ringrazio i volontari che la scorsa settimana, insieme alla Protezione Civile, hanno permesso alle persone in quarantena di votare; sono inoltre contenta di aver conosciuto la moglie ed i figli del dottor Cortese. Fare il medico è una missione che dura 365 giorni all’anno e fare il volontario è una missione al servizio della comunità”.

“Ringrazio la Croce Rossa di Savona e gli operatori che ci hanno affiancato nei servizi”, evidenzia l’ispettrice regionale delle infermiere volontarie Maria Grazia Miccichè, “senza dimenticare il sostegno al mio corpo”.

“Mio padre teneva molto all’ambulatorio”, ricorda Pierluigi Cortese, figlio del dottor Federico Cortese, “e per lui questa intitolazione sarebbe stata fantastica. Ringrazio il comitato di Savona e tutti i volontari per il lavoro che svolgono”.

“Ringrazio Giuseppe Curto, il dottor Giusto e tutti i componenti della Croce Rossa di Savona dicendo che mio marito ha dedicato anni a questo ambulatorio. Lui era sempre ricordato con affetto da tutte le persone che ha curato e ringrazio la Croce Rossa per il lavoro che svolge quotidianamente”, conclude la signora Giuseppina, vedova del dottor Cortese.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: