Please assign a menu to the primary menu location under menu

ATTUALITÀ

La discussione tra pro e contro vaccino sta dividendo Italia.

Il governo ha dimostrato sull'argomento inefficienza e superficialità.

vaccino

La storia del vaccino sta dividendo completamente l’Italia in due schieramenti , uno a favore, il quale crede nel siero e reputa che possa aiutare a combattere il covid -19 e possa aiutare per  uscire da questo baratro di restrizioni che ormai ci affligge da due anni.  L’ altro è contro, i ormai definiti “No vax”, i quali non credono nell’efficacia, non credo che un vaccino sperimentale possa servire a risolvere questo virus, ma soprattutto hanno paura delle conseguenze che questo possa portare nella propria salute. Credo , che unico che possa risolvere questa situazione ,sia il governo, il quale deve prendere una decisione ferrea sul rendere o no il vaccino obbligatorio, come i vaccini neonatali che tutti abbiamo fatto da piccoli. Un governo incerto e  i media che ne dicono di ogni ,non stanno per niente aiutando gli italiani ad essere uniti in un periodo cosi difficile ,ma peggiorano sicuramente animi di chi di principio prende posizione contro lo stato, creando estremismo da entrambe le parti. Troppe le questioni da risolvere a riguardo , troppi  i controsensi sulla gestione comportamentale degli italiani ,che si vedono ad esibire un Green Pass per sedersi dentro a un bar , ma se entra e sta in piedi al bancone nessuno  chiede il certificato verde, ma questa situazione assurda è rivolta anche ai ristoranti , le piscine, le palestre, quest’ultime addirittura prese di mira fino alla fine in questa pandemia , si ritrovano a richiedere il pass ai praticanti , ma gli istruttori per decreto  possono essere liberi di non vaccinarsi , creando cosi il rischio che lo sport venga messo di nuovo in panchina. Caro governo invece di alimentare guerra tra gli italiani , risolvi questo problema ricordandoti che articolo 32 della costituzione dice:” “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo ed interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato  a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana.” Quindi è ora che  qualcuno si prenda la responsabilità di questa difficile decisione.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: