Please assign a menu to the primary menu location under menu

REGIONE

Presentati i Concerti di “Liguria Musica”

Con il primo di tre concerti dell’Orchestra del Teatro Carlo Felice diretta da George Petrou, solista il violinista Giovanni Andrea Zanon, dal titolo Passione, in programma venerdì 8 aprile 2022, alle ore 21.00 alla Chiesa del Gesù di Genova, sabato 9 aprile 2022 alle ore 21 alla Concattedrale dei Santi Maurizio e Compagni Martiri di Oneglia (IM) e domenica 10 aprile 2022 alle ore 18.00 alla Cattedrale di Cristo Re della Spezia, il Teatro Carlo Felice di Genova in collaborazione con la Presidenza e l’Assessorato alla Cultura della Regione Liguria annuncia l’inaugurazione di una ricca programmazione concertistica che porterà i complessi artistici e le produzioni del Teatro, con la direzione delle più celebri bacchette e assieme a solisti di alto profilo internazionale, a risuonare nei Teatri, nei siti di rilevante interesse storico-artistico e ambientale, e nei luoghi della spiritualità più significativi dell’intera Regione. I primi tre concerti, il cui programma si ispira ai temi della Settimana Santa, sono parte di una rassegna di otto eventi musicali in programma nel corso della primavera del 2022. L’ingresso ai concerti è gratuito, fino a esaurimento posti. In quest’occasione si annuncia la nascita del tavolo di lavoro Liguria Musica, istituito dalla Presidenza, dall’Assessorato alla Cultura della Regione e dalla Fondazione Teatro Carlo Felice per lo sviluppo delle attività e delle collaborazioni musicali sul territorio, cui potranno sedersi tutti i Comuni liguri che desiderino partecipare all’iniziativa. Nel dialogo tra le parti, il Teatro Carlo Felice, pronto a recepire le esigenze culturali espresse da ciascun Comune ligure, da Levante a Ponente – assieme ai suoi complessi artistici e tecnici, quali l’Orchestra, il Coro, il Coro di voci bianche, gli ensemble cameristici – si porrà come partner progettuale e come produttore di progetti di natura concertistica, operistica e di balletto, in una prospettiva site-specific. Protagonisti di questi primi tre concerti assieme all’Orchestra del Teatro Carlo Felice sono il direttore George Petrou, dalla brillante carriera internazionale – Direttore artistico della rinomata Orchestra “Armonia Atenea” di Atene, Direttore musicale dell’Orchestra Nazionale Sinfonica della Radio Greca e del prestigioso Internationale Händel-Festspiele Göttingen – che debutta in quest’occasione alla testa dell’Orchestra. Al suo fianco, il giovane virtuoso Andrea Giovanni Zanon, già conosciuto e amato dal pubblico genovese, oltre che dalle platee internazionali, dalla Carnegie Hall di New York, al Teatro alla Scala di Milano, alla Smetana Hall di Praga, alla Bayerische Staatsoper di Monaco, al Festspielhaus di Baden-Baden, tra gli altri.

“Ringrazio il personale del teatro dicendo che per noi è importante valorizzare la cultura”, dichiara il presidente Giovanni Toti, “e porgo il mio in bocca al lupo a tutti i soggetti coinvolti. Ringrazio l’assessore Cavo dicendo che le eccellenze liguri meritano di essere valorizzate; ognuno deve poter usufruire di un’importante offerta culturale e questi luoghi magici verranno resi ancora più belli dalla musica”.

Stessa soddisfazione da parte dell’assessore regionale alla cultura Ilaria Cavo :”Abbiamo svolto un lavoro congiunto tra il teatro, la regione ed il comune per essere sempre più presenti sul territorio; due anni fa è stato realizzato un unico evento, Resurrezione – Voci dalla Cattedrale, che aveva impegnato Francesco Meli e i nostri grandi talenti della lirica ligure. Quest’anno abbiamo deciso di realizzare tre concerti gratuiti ma soprattutto in presenza; l’artista ha un importante repertorio legato al Barocco, molto importante per Genova. Queste tre date sono molto importanti visto che sono sul territorio e questa formula deve essere riproposta; la presenza fuori dal teatro è fondamentale ma la regia regionale ha permesso la realizzazione di questi spettacoli. La proposta del Carlo Felice risponde alla vocazione di andare sul territorio e stiamo pensando ad altre cinque date, fattibili, con questa formula; il tavolo “Liguria Musica” permette un importante dialogo con i comuni per portare il teatro sul territorio. I nomi dei musicisti sono, in un certo senso, collegati al repertorio Barocco e tutto ciò si lega all’offerta di Palazzo Ducale avendo una coerenza tra le diverse proposte”.

“Il teatro va incontro alle persone per mostrare le sue peculiarità”, afferma il sindaco di Genova Marco Bucci, “e ne siamo orgogliosi perchè è un esempio di cultura che non tramonta e ha importanti radici in città. La cultura e la passione sono importanti ed in questo periodo di Pasqua, festa religiosa, ci piace molto fare spettacoli teatrali presso le chiese; con questa formula possiamo far vedere il teatro al di fuori del teatro che va verso le persone. Vi è profondo rispetto per gli eventi pasquali e le due cose sono unite affinchè si possa dimostrare che il Carlo Felice è vicino alle persone”.

“Ringrazio la regione ed il comune di Genova, sempre vicini alla fondazione del teatro; per noi è fondamentale un ritorno alla normalità così come i rapporti con le istituzioni e le associazioni. Questo calendario permette di valorizzare luoghi di interesse storico e per tre sere avremo concerti di musica sacra della durata di circa un’ora; ci sarà una grande musica e grandi musicisti ricordando che, così facendo, valorizziamo luoghi simbolo della nostra civiltà. L’articolo 2 del nostro Statuto indica la cooperazione territoriale e sono stati accolti a teatro molti giovani; la scorsa estate ho incontrato Claudio Scajola, sindaco di Imperia, Ilaria Caprioglio, primo cittadino di Savona, e Pierluigi Peracchini, sindaco di La Spezia e su iniziativa dei primi cittadini abbiamo organizzato, a novembre, un concerto a La Spezia. Dopo le elezioni amministrative di Savona ho incontrato il nuovo sindaco Marco Russo mettendomi a disposizione ma allo stato attuale sto aspettando indirizzi dall’amministrazione savonese; non chiediamo soldi ai comuni e ricordo che questi tre concerti sono gratuiti ed ognuno può ritirare quattro biglietti. Abbiamo organizzato questi appuntamenti di musica sacra realizzata dalla nostra orchestra diretta da George Petrou con la presenza del violinista Giovanni Zanon; i biglietti per lo spettacolo di Genova si potranno ritirare dal 6 aprile presso la biglietteria del Carlo Felice mentre per gli altri spettacoli il ritiro del biglietto avverrà sul posto. Questo è per il territorio un impegno importante ma valorizzeremo tutta la nostra regione; a coloro che non vengono a teatro perchè non lo ritengono un luogo sicuro voglio dire che il Carlo Felice è molto sicuro anche per la sua conformazione”, conclude Claudio Orazi, sovrintendente del Carlo Felice.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: