Please assign a menu to the primary menu location under menu

CULTURA

Sanremo, buon settantaduesimo

Il Festival di nuovo aperto al pubblico

Stasera si parte: da oggi martedì 1 febbraio sino a sabato 5 febbraio, il Festival di Sanremo è alla settanduesima edizione; l’abbiamo già sottolineato, gli anni scorsi, Sanremo è un evento artistico di prestigio assoluto, unico in Europa, il tempio della Canzone Italiana; da Nilla Pizzi ai Maneskin,  da “Grazie dei Fiori” a “Zitti e buoni“, in settant’anni quante espressioni, quanti stili, quanti volti, quante prove di vitalità ha dato il Festival, quante possibilità ed espressioni artistiche; il Festival è stato ed è Musica, Moda, Costume, luogo di incontro dei protagonisti dello Spettacolo Italiano, una vera e propria saga dello Spettacolo Italiano.

Toccano ancora ad Amadeus, per la terza volta consecutiva, la conduzione e la direzione artistica e la sua azione è stata incisiva, in questa edizione e andiamo a specificarlo. Ospiti e compagni di palcoscenico sono di grande rilievo: Checco Zalone, Cesare Cremonini, Laura Pausini, Meduza, Luca Argentero, Lino Guanciale, Anna Valle, Raoul Bova, Nino Frassica, Gaia Girace, Margherita Mazzucco avranno modo di illustrare i loro progetti e le loro  future performances, anche i Maneskin, ad un anno dalla clamorosa vittoria che ha decretato il loro  successo internazionale, figurano fra gli ospiti; Ornella Muti, Lorena Cesarini , Drusilla Foer, Maria Chiara Giannetta  e Sabrina Ferilli, una per sera, affiancheranno Amades nella conduzione;  fra i concorrenti ritornano Gianni Morandi, Emma, Elisa, Achille Lauro, Iva Zanicchi, Elisa, Emma, Fabrizio Moro, Gianni Morandi, Mahmood, Massimo Ranieri.

Il carisma del presentatore di l'”Eredità” è ormai affermato, con la sua simpatia e la sua sottile ironia. Domina la scena senza invaderla ed anzi, a insidiarlo nel suo ruolo sarà di nuovo Fiorello; era in dubbio se quest’anno avesse partecipato ma alla fine sarà di nuovo sul palco dell’Ariston, “spalla” grandiosa e insopportabile, bravissimo in tutto e comunque troppo visibile e vistosamente gigione, tende lui a prendere il centro della scena, lui mette in ombra tutti, ma è così e la sua presenza sembra divenuta insostituibile o inamovibile!

Amadeus , nella sua qualità di direttore artistico, ha voluto eliminare la categoria delle Nuove Proposte, come già aveva voluto Claudio Baglioni, in una delle edizioni da lui condotte.  Così ha spiegato Amadeus:“Ho tolto la sezione Nuove Proposte perché vedo che questi ragazzi salgono sul palco dell’Ariston ma nessuno se li fila, sembra quasi dar loro la gioia di poter dire che sono andati a Sanremo ma poi non succede niente. Meglio portarli tra i Big“. Dopo aver vinto alla serata “Sanremo Giovani” , Yuman, Matteo Romano e Tananai sono entrati a far parte del cast dei cantanti in gara. Però sarebbe forse giusto mantenere le Nuove Proposte; per un giovane cantante avere un posto dedicato a Sanremo è gratificante ed importante!

La gara sarà, come sempre , giudicata dai voti e dal gradimento che i 25 cantanti, selezionati dal direttore artistico Amadeus, saranno in grado di suscitare tra il pubblico, sia in sala che a casa, tra i giornalisti e nella giuria Demoscopica. Rispetto al passato sono state introdotte significative novità: non avranno corso eliminazioni al termine di ogni serata e scompare la giuria dell’Orchestra; la giuria dei giornalisti, che riunisce  150 componenti si suddividerà in esponenti della carta stampata, della TV, della Radio e del Web.

L’intrigante PrimaFestival, è trasmessa, ed è gia iniziata, alle 20.30, subito dopo il Tg 1 e prima che vada in onda il Festival,  continua ad essere una spiritosa ante-prima sulle curiosità ed a sbirciare “dietro le quinte”; quest’anno eè affidata a  Roberta Capua, Ciro Priello e Paola Di Benedetto.

Il Festival di Sanremo è di nuovo aperto al pubblico, dopo la sala dell’Ariston vuota dell’anno scorso; pur se si sono registrati parecchi casi positivi tra musicisti e coristi.  L’accesso al Teatro Ariston, per gli artisti, avverrà  con il Green pass base, con tamponi ogni 48 ore ed essendo  già truccati, pettinati e vestiti”, per il pubblico ammesso ad assistere allo svolgimento delle serate della manifestazione occupando il totale dei posti,  sono abbligatori la versione rafforzata del certificato verde e l’utilizzo della protezione delle vie respiratorie con la mascherina Ffp2. Il red carpet sarà nuovamente steso, mentre non sarà installato il palco esterno in piazza Colombo per evitare problemi nel controllo dei distanziamenti. Tali decisioni non hanno mancato di sollevare polemiche ed irritazione fra i gestori di discoteche ed i lavoratori che svolgono mansioni negli stadi.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: