Please assign a menu to the primary menu location under menu

CULTURA

Tra sfide, libri e sorrisi verso la finale del premio

Questa edizione del Festival della Cultura e del Premio letterario Alassio Centolibri “Un Autore per l’Europa” si sta preparando a un finale con i fiocchi in cui protagonisti saranno i libri e la celebrazione della lettura e della letteratura.

Si parte venerdì 3 settembre alle 18:30 in Piazza Partigiani dove si svolgerà “Fino all’ultimo libro” il remake della storica trasmissione “Per un pugno di libri”.

“L’idea è sempre quella di metter di fronte due squadre di ragazzi di età compresa tra i 17 e i 19 (classi 2004-2002) che si sfideranno a suon di domande sul tema della letteratura mondiale. Domande facili – assicura il Consigliere alla Cultura di Alassio, Paola Cassarino – perché l’intento è ludico e non didattico, insomma per divertirsi e passare una piacevole serata a stretto contatto con uno degli attori più noti del panorama italiano che condurrà il gioco in prima persona”.

Neri Marcorè e Alessandro Rossi dovranno tirare le fila della tenzone tra i ragazzi della squadra composta dagli studenti dell’Istituto Don Bosco di Alassio e quelli della squadra di appassionati lettori costituitasi presso la Biblioteca Civica di Alassio che a colpi di fioretto e di parole si sfideranno all’ultima parola per una serata insieme anche agli scrittori finalisti del premio.

Chi meglio del direttore artistico del Festival, istrionico personaggio dello spettacolo, poteva chiudere in bellezza insieme ai giovani, agli autori, alla giuria degli italianisti e al suo presidente Gian Luigi Beccaria questa 27esima edizione del Premio. “Siamo ormai prossimi all’evento clou dell’estate culturale alassina, l’incontro con i cinque scrittori finalisti di “Un autore per l’Europa” e la conseguente assegnazione del premio – le parole dello stesso Marcorè – Sarà un piacere conversare con loro, col presidente della giuria Gianluigi Beccaria e con altri prestigiosi ospiti del festival, in una serata che mi auguro leggera e densa al tempo stesso, tra letteratura, musica e comicità, con un pubblico che diventi parte integrante della stessa, generoso di affetto e partecipazione, come già è successo nei precedenti appuntamenti di questa stagione, pur ancora condizionata dalle restrizioni sanitarie.”

Grazie alla presenza dei giovani social media manager della Scuola Holden che abbracceranno telecamere e cellulari sarà illustrato e animato il back stage del festival con un “off” dedicato ai giovani lettori e ai risvolti social della letteratura.

«Alassio promuove la lettura da oltre mezzo secolo. Le stesse biblioteche hanno tra le loro funzioni la diffusione del piacere della lettura, come fa regolarmente la nostra civica con le sue promozioni – commenta Paola Cassarino – Leggere ci amplia gli orizzonti, diventando così strumento di miglioramento. Questa occasione di mettere due squadre di studenti a confronto su temi legati alla letteratura è stato pensato come un altro input per avvicinare i giovani alla lettura. E poi con l’occasione di avere Neri Marcorè come maestro di scena ci sono tutte le credenziali per scommettere sull’efficacia dell’operazione. La letteratura è anche occasione di gioco e di svago, non dimentichiamolo».

Le iscrizioni alla squadra della Biblioteca sono ancora aperte e ogni informazione potrà esser richiesta direttamente alla Biblioteca di Alassio al 0182 648078 o all’indirizzo mail biblioteca@comune.alassio.sv.it. L’adesione al gioco è gratuita.

Sabato 4 settembre invece alle 21.30 i cinque finalisti saliranno sul palco di Piazza Partigiani per scoprire chi sarà lo scrittore vincitore della 27ª edizione del premio Alassio Centolibri – “Un autore per l’Europa”. La giuria presieduta dal Prof. Gian Luigi Beccaria e composta dagli italianisti all’estero rivelerà infatti il nome del vincitore solo durante la serata finale, come nella migliore tradizione di tutti i prestigiosi premi letterari.

Paolo Milone con “L’arte di legare le persone”, Silvia Avallone con “Un’amicizia”, Lisa Ginzburg con “Cara Pace”, Paolo Di Stefano con “Noi” e Ilaria Tuti con “Fiore di roccia” saranno tutti insieme protagonisti insieme al mattatore artistico del premio e del festival Neri Marcorè e una giovane spalla comica come la stand up comedian Laura Formenti per una raffica di battute incrociate e riflessioni ironiche sempre sotto il segno della cultura e della letteratura.

“Questa 27 esima edizione del Premio Un autore per l’Europa, nell’ambito del Terzo Festival della Cultura di Alassio, è stata impegnativa anche per il momento ancora delicato che tutti stiamo vivendo. Ma i libri, le parole, la letteratura non conoscono barriere né limitazioni. Un bel libro ci accompagna ovunque e in tutti i momenti della nostra vita. Lo hanno dimostrato anche quest’anno i 5 autori finalisti che hanno superato la selezione arrivando insieme su questo palco e che per la prima volta nella storia del Premio vedrà proclamare il vincitore la serata finale dal vivo in Piazza Partigiani. E’ sembrato un bel traguardo dopo tutti questi mesi di difficoltà ritrovarsi insieme ad Alassio anche con gli italianisti esteri. Il vincitore sarà proclamato sabato sera.” Gian Luigi Beccaria, Presidente Premio

“Sono veramente felice di prendere parte a un festival di cultura e letteratura come quello di Alassio, finalmente anche io potrò esprimere tutta la mia verve comica e letteraria in lunghe presentazioni assolutamente prive di congiuntivi. Credo che la conduzione di quest’ anno sarà all’insegna della provocatorietà. Quale provocazione più grande se non scegliere una donna, bionda e lombarda per un festival della cultura in Liguria?” Laura Formenti

Sul palco anche la musica di Fabio Paxia, fedelissimo delle ultime edizioni delle serate finali del premio. Autodidatta, inizia a suonare la sua chitarra a 13 anni e a 18 forma la sua prima band per esibirsi nei locali di Milano dove scopre la musica jazz e inizia a dedicarsi allo studio approfondito dell’improvvisazione. Suona con Jovanotti, Red Canzian partecipa a premi prestigiosi: la genesi di un cambiamento musicale radicale che lo introduce definitivamente al mondo acustico.

“Alassio e il suo festival della cultura sono ormai un appuntamento imperdibile, esserne parte attraverso la musica è una grande emozione” il suo commento. Duetterà con Neri Marcorè in apertura di serata rivelando, qualora ve ne fosse ancora il bisogno, la straordinaria versatilità artistica del nuovo direttore artistico del Festival della Cultura di Alassio e del Premio letterario Alassio Centolibri “Un autore per l’Europa”.

“Sono felice di vedere al traguardo questa nuova edizione del Premio Un Autore per l’Europa. Nuova perché finalmente si potrà assistere ad una serata con tutti i finalisti presenti, arricchita dalla suspense del nome del vincitore che si saprà solo a fine serata. Lo scopo era non solo mantenere in vita lo storico Premio alassino ma rinnovarlo e renderlo più partecipato dal pubblico. Ho voluto che a sovrintendere il tutto ci fosse Neri Marcorè a cui vanno riconosciute doti indiscutibili di sobrietà e leggerezza. Puntiamo a distinguerci nel panorama nazionale dei premi letterari per un’offerta che sia ligia all’importanza delle opere che concorrono, ma anche in grado di far fruire la narrativa a fasce di pubblico non abituali, perché il fine ultimo è promuovere la letteratura italiana contemporanea”. Paola Cassarino, Consigliera incaricata alla Cultura del Comune di Alassio.

Al vincitore sarà conferito un premio del valore di 4000 euro mentre a tutti i finalisti l’invito a tornare ad Alassio, ospiti della città per un convegno o, perché no, per la presentazione della loro prossima fatica letteraria.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: