Please assign a menu to the primary menu location under menu

ATTUALITÀPONENTE

Aifo e la donazione Asplanato

L'opera del pittore ligure a sostegno di un progetto benefico

L’ AIFO – Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau – ha messo a disposizione, dallo scorso  febbraio, una straordinaria donazione di opere d’arte del pittore Bernardo Asplanato che si trasformerà in azioni di aiuto e rafforzamento del ruolo delle donne con fragilità sostenute dai progetti AIFO in Brasile, Guinea Bissau e Mozambico.

È questo l’impegno preso da AIFO quando aveva accettato l’atto di donazione delle opere del pittore ligure rivolto all’Associazione dalla vedova, la professoressa Anna Maria Larcher. “È la realizzazione di un sogno – così si era espresso il presidente dell’Associazione, Antonio Lissoni – donare le opere artistiche di una vita ad una associazione perché possa trasformarle in solidarietà vera, nel cambiamento di vita di tante donne.”

Le numerose opere donate – 172 tele e centinaia di opere su carta – sono a disposizione degli interessati grazie al catalogo che può essere richiesto lasciando i propri contatti nel box presente sul sito dell’Associazione.

I proventi ricevuti dagli acquisti delle opere verranno interamente destinati ad AIFO per le azioni a favore delle donne con disabilità, vittime di violenza o in situazione di fragilità, trasformandole in attrici di cambiamento per le loro comunità attraverso percorsi di formazione, la creazione di gruppi di auto aiuto, il microcredito per l’avvio di attività generatrici di reddito.

In Brasile la donazione diventerà istruzione e formazione per donne con disabilità, perché possano diventare leader di comunità inclusive e accessibili.

In Guinea Bissau la donazione diventerà formazione e finanziamento di attività di piccola imprenditoria in ambito agricolo gestite da Gruppi di Auto Aiuto formati da donne vulnerabili per la loro inclusione sociale ed economica, prevenendo così la violenza di genere.

In Mozambico la donazione diventerà un aiuto concreto per contribuire a ridurre la mortalità materna, neonatale e infantile nel nord del paese.

Così ancora veva affermato ntonio Lissoni: “Quando dobbiamo valutare l’arte parliamo di coefficiente artistico, le opere di Bernardo Asplanato moltiplicano il loro valore con la generosità del suo gesto solidale. Ho conosciuto la prof.ssa Anna Maria Larcher il giorno dell’atto di donazione, una donna sensibile e lungimirante. La ringrazio nuovamente di cuore per aver donato ad AIFO le pregevoli opere del marito rispettando così il desiderio di questo grande pittore. Il ringraziamento va anche a tutte le persone che parteciperanno al progetto solidale acquistando una tela o un’opera su carta perché la loro donazione garantirà dignità e diritti alle donne più fragili che incontriamo ogni giorno nei nostri progetti.”

Mostre dedicate ad Asplanato si erano tenute a Sanremo e Imperia.

Bernardo Asplanato (Porto Maurizio, 1922 – Imparia, 2019), ricorda, nella sua interessante opera, varie suggestioni della pittura italiana del novecento, a volte incline all’astrattismo, altre volte rammenta Carrà, oppure un’affascinante connubio fra Casorati e Fantuzzi.

 

Immagine da Sito Aifo

 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: