Please assign a menu to the primary menu location under menu

ATTUALITÀ

Antico e attuale: “Picasso Reloaded” di Stefano Bressani

In questo articolo, il protagonista è quello che viene definito, a Pavia e provincia “L’artista delle stoffe”, Stefano Bressani. Egli è stato invitato dalla provincia di Savona, per esporre le sue bizzarre opere, che ricordano il concetto di Cubismo, presso la Fortezza del Priamar, luogo storico e molto suggestivo, ideale per una full immersion nella creatività. L’atmosfera è silenziosa e saranno le sculture “a farsi sentire”.

L’inaugurazione è il 30 aprile alle 17:00; l’ingresso, dal 1 al 29 maggio, nei giorni di: venerdì, sabato e domenica, non prevede un biglietto.

Il suo obiettivo è quello di interpretare, con la sua tecnica artistica, le opere di Pablo Picasso, sua fonte di ispirazione. Sin dai primi avvicinamenti all’universo artistico, in particolare alla scultura, le opere dell’artista, che ha letteralmente rivoluzionato il concetto di dipinto nella prima metà del Novecento, sono state oggetto di indiscutibile bellezza; tuttavia, compreso criticato Picasso rimane un personaggio celebre. Entrambi le personalità sono eccentriche: essi condividono l’idea di rivoluzionare le carte in gioco per ottenere qualcosa di migliore e, sicuramente, di personale.

Stefano si è cimentato già nella sua Pavia ed ha riscosso molti apprezzamenti, soprattutto per il suo modo di concepire uno Skyline. Egli coglie l’occasione di raccontare il suo concetto di arte, che, è sinonimo di artigianato. I suoi lavori richiedono molte ore e precisione, sotto più aspetti, ma i risultati non deludono.

Allestita su due piani, l’esposizione narra la carriera iniziata in un’età più adulta, ma, sin da subito, l’artista recupera i tempi, con l’energia che distingue colui che “aspetta il suo momento” da anni.

Stefano è legato anche alla Regione Liguria, per una parte del suo lavoro, che ha sede in un laboratorio di ceramiche ad Albisola Superiore, nel quale lavora con l’amico Marco Tortolo.

Il curatore dell’iniziativa è Robert Phillips, che la presenta in un catalogo, nel quale è stata aggiunta una riflessione del critico d’arte, Roberto Mutti.

Disponibile ad aiutare e a promuovere l’esposizione, è la Galleria GulliArte, punto di riferimento per i turisti che desidereranno visitare l’esposizione e, dal centro del capoluogo di provincia, non sanno come raggiungere la splendida location del Priamar.

 

 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: