Sport

Football: ottimo esordio di campionato per i Pirates

football americanoC’era molta fiducia nel lavoro svolto in questi mesi dal team savonese , una fiducia ben riposta nei ragazzi che stanno seguendo i preziosi insegnamenti di Ferrari e Biasotti, coadiuvati da un coaching staff di livello. Questo lavoro aveva cominciato a concretizzarsi al Xmas Bowl, dove, nonostante una sconfitta di misura contro i Lakers Lugano, i Pirates erano riusciti a conquistare il trofeo. Un lavoro svolto in prevalenze sulla offense ligure, che sotto la cura di Biasotti si è rigenerata, avendo sempre più consapevolezza nei propri mezzi. Sotto la sua guida l’organizzazione dell’attacco sul campo risulta precisa ed ordinata come solo un professionista serio e capace può dare.
Mancava solo il verdetto del campo per comprendere il significato del lavoro fin qui svolto. Ed il campo ha decretato che la strada è quella giusta. Alla prima giornata, all’esordio in casa, i Pirates hanno fatto bottino pieno, senza prigionieri (0 punti subiti). Ora si tratta di capire dove arrivano i meriti savonesi ed i demeriti dei ciriacesi. I Blitz, dopo lo scorso campionato deludente, si sono rinforzati con alcuni rientri d’eccellenza (Ciccorelli dai Giaguari, a nostro avviso il migliore in campo), una nutrita schiera di under e qualche acquisto dell’ultima ora. Una squadra che si era presentata a Savona in gran numero e convinta dei propri mezzi, certa di fare una grande partita. Ma davanti si sono trovati i Pirates.
I savonesi sono partiti fortissimo e nei primi 2 drive hanno segnato subito 2 td (Castagnola) mettendo subito in chiaro che la serata sarebbe stata lunga e difficile per la squadra del Presidente De Bastiani.
La offense ciriacese era preda delle scorribande della D pirata che fermava le corse e concedeva solo un paio di lanci completati , con i gialloblu che non chiudevano un down per un tempo intero. Addirittura i pirati mettevano a referto un intercetto con # 47 Pizzella (alla fine della serata saranno ben 4 in totale gli intercetti) che dopo un ritorno di oltre 50 yds ridando la palla al suo attacco, gli permetteva ancora una volta di violare l’end zone gialloblu.
Fine primo tempo Pirates 24 Blitz 0. Una severa punizione per i piemontesi, ma un punteggio che rispecchiava in pieno i valori espressi sul terreno. Il pubblico numeroso, circa 200, con una nutrita presenza di osservatori, si aspettava una reazione piemontese. Ripresa della partita e sono nuovamente i Pirates a segnare, con un altro intercetto, questa volta riportato direttamente in end zone dal solito # 47 Pizzella.
Ora la partita cambia registro, via alle seconde linee savonesi, tanti rookies entrano in campo e fanno il loro esordio, soprattutto la nutrita schiera degli under della Pirates Academy di San Remo, vera fucina di talenti in erba. Ora il match diventa più equilibrato e complice un fallo personale della D ligure, i ciriacesi si avvicinano alle 20 yds savonesi, ma un intercetto del # 22 Marcato riconsegna l’ovale alla offense pirata, la quale non si fa pregare e capitalizza con un’altra segnatura del # 11 Moreno, al rientro dopo il grave infortunio all’occhio occorsogli lo scorso anno, risoltosi fortunatamente senza conseguenze.
La partita oramai non ha più nulla da dire, la D savonese continua il suo show, mettendo in crisi continuamente la offense piemontese. C’è ancora il tempo di registrare una azione tutta “rookie” savonese con un td pass del #1 Burato che completa sull’altro rookie #81 Durante. La parola fine sulla partita la mette la D ligure ed è ancora una volta il # 47 Pizzella che raccoglie un fumble forzato dal compagno il # 75 Fraccascia e con una corsa di 20 yds riporta l’ovale in end zone.
Fine partita. Pirates 41 Blitz 0. Miglior partenza non poteva esserci. Come dicevamo all’inizio, i meriti dei Pirates sono tanti, ben più dei demeriti dei Blitz. Finalmente una offense rigenerata e motivata, che sa cosa fare, come farlo e quando farlo. Una defense che ha salito un altro gradino verso l’eccellenza ed è oramai un marchio di fabbrica savonese. Ma il tempo per festeggiare è durato fino a domenica.
Sabato prossimo i savonesi sono attesi a Chiavari contro i fortissimi Predatori, rinforzati da una nutrita schiera di giocatori provenienti dai Wolfpack La Spezia, team che lo scorso campionato ha sconfitto per ben due volte i savonesi. I tigullini saranno a nostro avviso la sorpresa del campionato essendo già una buona squadra, con parecchi elementi della giovanile che hanno ben figurato nei campionati di categoria. Sarà una grande partita e siamo certi che chiunque risultasse perdente , non ne uscirà sicuramente ridimensionato.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: