Please assign a menu to the primary menu location under menu

ATTUALITÀREGIONE

Genova, inaugurata la nuova centrale operativa della Polizia Locale con la tecnologia tra la più avveniristica di Italia

È stata inaugurata la nuova centrale operativa della Polizia locale di Genova presso il decimo piano del Matitone, una centrale che è tra le più innovative e all’avanguardia tra quelle dei corpi di polizia nazionali, soprattutto per quanto riguarda il videowall; composto da 16 schermi da 55” è infatti uno dei più grandi in Italia e permette la visualizzazione di più elementi in simultanea: ogni singolo schermo ha caratteristiche con standard molto elevanti sia per quanto riguarda la qualità che la luminosità delle immagini. La centrale operativa è formata da sei postazione operatore e da tre postazioni centralistica, ciascuna dotata da monitor curvi da 49” (due per gli operatori e singolo per i centralinisti), mentre le postazioni di lavoro sono dotate di processori “i7” di ultima generazione che permettono di lavorare su sofisticati e all’avanguardia software di video-analisi, su tutti i portali delle telecamere e della lettura delle targhe; all’avanguardia anche le comunicazioni radio, rafforzate da livelli di sicurezza anti abbattimento, già pronte al passaggio alla tecnologia DMR previsto per il prossimo dicembre. Anche il comfort degli agenti è stato messo in primo piano: tutte le postazioni sono dotate di sedie certificate h24 con una domotizzazione dell’impianto luce; gli agenti che occuperanno la nuova centrale operativa potranno regolarsi la temperatura della stanza grazie a un impianto autonomo. La sala riunioni è stata allestita con postazioni per videoconferenza per poter garantire collegamenti web stabili, mentre la costruzione della ampia vetrata curva è stata pensata per poter creare un ambiente luminoso per le dirette televisive delle emittenti locali. Per terminare i lavori ci sono voluti due anni e mezzo e sono stati interamente finanziati dal ministero degli Interni grazie al fondo del così detto “Decreto Salvini” del 2018.

“Ringrazio il governo per averci dato i fondi per questa centrale operativa che è tra le migliori in Italia e una delle più moderne per la tecnologia che deve essere sempre aggiornata”, dichiara il sindaco Marco Bucci, “ed uno dei partner operativi è Liguria Digitale che ci aiuta. Il servizio per la città è evidente e sono contento che abbiamo 1200 unità di Polizia Locale mentre nel 2017 erano meno di 800; tutti stanno facendo un buon lavoro ed abbiamo implementato le telecamere passando da 270 a 1200 per arrivare a 2000. Facciamo molto per la collettività anche se la situazione è difficile ed i limiti di velocità sono molto importanti per la sicurezza; le sanzioni vengono fatte per questo e noi vogliamo la sicurezza reale ma anche quella percepita”.

Parole simili da parte di Nicola Molteni, Sottosegretario agli Interni :”Questo è per Genova un giorno importante e ringrazio il sindaco Bucci, l’assessore Viale ed il corpo della Polizia Locale; il governo deve aiutare gli enti locali ed è così dal 2018. Questi fondi devono essere spesi bene e l’alto livello di questa centrale dimostra che le risorse assegnate al comune di Genova sono state impiegate bene; il contrasto al degrado, alla microcriminalità ed alla mancanza di decoro è fondamentale e a Genova si è fatto un gioco di squadra per valorizzare le eccellenze ed alzare il livello di sicurezza della città e del centro storico. Questi fondi valorizzano il legame tra le centrali operative della Polizia Locale e la Polizia di Stato attraverso la rigenerazione urbana; è fondamentale recuperare il territorio e farlo vivere. Per la Città Metropolitana sono stati assegnati 2-3 milioni nel periodo 2018-2019 grazie al Decreto Sicurezza di Salvini avendo per il 2022-2023 65 milioni confermati dal Ministro Lamorgese avendo una sorta di continuità con gli ultimi due Ministri dell’Interno, Minniti e Salvini”.

“Questa centrale è dotata di tecnologie moderne senza dimenticare la geolocalizzazione delle pattuglie e la videosorveglianza intelligente in collaborazione con le forze statali; ci sono tanti incidenti ma fortunatamente sono in calo. E’importante avere rigore e prevenzione ma occorre tempo e voglio ricordare che lo scorso anno sono stati effettuati circa 500 TSO, interventi a favore dei pazienti che presentano certi problemi; la nuova centrale operativa è evoluta nel settore dei sistemi informatici e da qui gestiamo il territorio e le emergenze come quella del Ponte Morandi ricordando che le informazioni sul canale Telegram della città partono da qui”, conclude il comandante della Polizia Locale di Genova Gianluca Giurato.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: