Attualità

Il Comune di Borghetto sbaglia sull’accertamento della Tari

Il sistema di accertamento della Tari del Comune di Borghetto Santo Spirito potrebbe essere viziato da errore. Fra le polemiche sul bilancio cala la decisione del Giudice Tributario: errore nel sistema di accertamento della Tari da parte del Comune di Borghetto Santo Spirito.

La Commissione Tributaria Provinciale di Savona, con la sentenza n° 412/17, ha annullato un avviso di pagamento della TARI emesso dal Comune di Borghetto Santo Spirito nei confronti della Srl L.P., assistita nel ricorso dal commercialista dott.Delicato e dall’Avv. Giovanni Sanna, tra l’altro entrambi i professionisti rivestivano la carica di consiglieri comunali rispettivamente di maggioranza e di minoranza nella legislatura 2007/2012, evidenziando gli errori commessi dagli Uffici comunali in ordine alla pre-costituzione degli atti.

Tale avviso, secondo la disposizione della Commissione, “non ha natura di atto amministrativo d’accertamento, di liquidazione e/o rettifica” e perché “non supportato da alcun atto d’accertamento preventivamente notificato”.

Il commercialista Delicato e l’avvocato Sanna si domandano: ” Se il Giudice Tributario ha ritenuto che il sistema di accertamento della Tari per l’anno di imposta 2015 non sia stato corretto nel caso esaminato, sorge spontanea la domanda se ciò si sia verificato anche in altre situazioni e a chi attribuire le responsabilità di tale errore.”

La sentenza riveste particolare importanza in un momento in cui i conti del Comune di Borghetto Santo Spirito sembrano in deficit tanto da spingere i gruppi di minoranza a chiedere l’istituzione di una Commissione di Inchiesta.

Così si esprimono, per concludere, il commercialista dott. Delicato e l’avv. Sanna: “La decisione della CTP si inserisce in un delicato momento storico soprattutto perché censura il procedimento di accertamento adottato dal Comune che è stato anche condannato, per l’ennesima volta, alla spese processuali. I cittadini hanno il diritto a questo punto di conoscere la verità sul bilancio soprattutto alla luce della sentenza del Giudice Tributario”.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: