Please assign a menu to the primary menu location under menu

ATTUALITÀREGIONE

Liguria Transatlantica presenta Bolezumme: live, dj set e performances nel mercato rionale di Certosa a Genova

A tre mesi esatti dalla prima edizione di Transatlantica Festival, la collaborazione costituita da Jazz:Re:Found, Rete Contatto Genova dove sono presenti alcuni tra i protagonisti dell’entertainment culturale ligure come Kowalski, Mescite e Riviera Gang,  torna con un evento che entra a tutti gli effetti nel cuore pulsante di uno dei quartieri della periferia simbolo di Genova; sabato 29 ottobre, infatti, il mercato rionale di Certosa sarà animato da dodici ore di musica, in collaborazione con Radio Banda Larga Torino e con il supporto di Ministero della Cultura, Comune di Genova e Regione Liguria. Un ricco programma di live, dj set e performance, tutto a ingresso gratuito: Phresoul (live), Spacerenzo, Disco Amor, Markio, Il Flaco Scivola, Damonji, Luca Bernascone, Kudd, Ma Nu!, Mr. Puma reads Bukowski, Andrea Passenger, Angie BacktoMono, Paola Lesina, Stella Marasciulo, Randomly Flickering.

“Questo è per il territorio un evento importante per il territorio poichè legare il commercio ad una festa è una bellissima idea”, dichiara l’assessore regionale allo sviluppo economico Andrea Benveduti, “ricordando che la regione è presente. L’atmosfera è bella e tutto ciò è per l’economia di prossimità un importante valore; è necessario creare occasioni per riportare le persone nella propria terra e ringrazio le associazioni coinvolte dicendo che siamo a disposizione. Tutto ciò è un importante passo che dà vita ai nostri territori e appoggiamo volentieri eventi presso le nostre valli; ci saranno banchetti, musica ed altri tipi di intrattenimento che danno alla cultura un senso ampio”.

Stessa soddisfazione da parte di Paola Bordilli, assessore al commercio del comune di Genova :”E’bello parlare di eventi nel nostro territorio anche perchè il policentrismo genovese è importante; ringrazio chi ha pensato a questa location che permette di far vivere l’economia locale presso il mercato. Questa zona è oggetto di un’importante progettualità di riqualificazione strutturale e funzionale tanto che ci sarà una parte di mercato ed una parte con la palestra; è bello organizzare feste di questo genere visto che tutti hanno diritto al divertimento. E’fondamentale restare a Genova con uno sguardo verso la periferia e spero che il format possa ripetersi; è necessario legare manifestazioni di questo tipo ad una progettualità futura ed il policentrismo è necessario. La nostra città ha dimostrato quest’anno di sapersi riprendere in maniera rapida e bella anche grazie alla sinergia tra il pubblico ed il privato”.

“Sabato 29 ottobre dalle 10 alle 22 avremo la musica ma anche momenti teatrali con letture a tema musicale ed uno street art tour per scoprire i murales”, sottolinea Alessandra Rouhabhi di Rete Contatto Genova, “e gli artisti si alterneranno tra i banchi del mercato, le degustazioni per promuovere i prodotti del territorio ed i locali del centro storico. Faremo tappa a Certosa per unire cultura e musica; l’ingresso sarà alle 20 con diversi selector durante la giornata e le visite guidate per esplorare Certosa ed i murales. Ci saranno degustazioni a cura del mercato e di Rete d’Impresa; alcune saranno gratis ed altre a pagamento visto che gli operatori del mercato si gestiscono da soli”.

“La parola ha in sè il mare e Genova è una città viva”, afferma Pierpaolo Cozzolino di Rete Contatto Genova, “ed è bello portare gente in una zona come Certosa che deve essere un punto di partenza. Tra gli obiettivi abbiamo quello di portare le degustazioni ovunque e speriamo di continuare così”.

“Ci saranno 12 ore di musica con più di 15 artisti coinvolti senza dimenticare il live ed il dj-set; cosa faremo permette ad un circuito artistico internazionale di venire qui con un’offerta importante. E’fondamentale portare qui cosa proviene da fuori città per creare spazi e reti commerciali; tutto ciò è in linea con la nostra mission e si darà focus ad una delle radio web più ascoltate come Radio Banda Larga. Genova è una terra densa di musica ed ha un bagaglio enorme come potenzialità; occorre un occhio attento al lato strumentale e qui tanti artisti sviluppano i loro contenuti. L’ingresso è gratuito e spero possano venire molte persone”, conclude Manuele Roberto di Jazz:Re:Found.

Mer

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: