lunedì, Febbraio 24, 2020
Home > Attualità > Maratona di Rosanna La Spesa

Maratona di Rosanna La Spesa

L'artista savonese a tutto campo, alla continua ricerca

Rosanna La Spesa, una delle artiste savonesi più in vista, fra dicembre 2019 e gennaio del nuovo anno, è stata coinvolta in una serie di eventi, a testimonianza dell’interesse che suscita il suo coinvolgente lavoro:
Sassi Humanae Vitae Omaggio a Matera, Ex Fornace Naviglio Pavese MILANO dal 5 al 18 dicembre 2019, inaugurazione sabato 7 dic 2019;
Ceramiche luminose alle Casermette del Giovo inaugurazione sabato 7 dicembre;
IL DONO DELL’ ARTE Palazzo Mascolo Gavotti (Parrocchia S.Ambrogio) Legino, Savona: 14 e 15 dicembre 2019, mostra a scopo benefico;
Omaggio a Bozzano, Comune di Celle Ligure, dicembre 2019;
MOSTRA PRESEPI: Fornace Alba Docilia Albissola Marina, dicembre 2019 / Circolo degli Artisti Pozzo Garitta Albisola Marina;
Natività: Villa Groppallo Pinacoteca Civica Vado Ligure (SV), dal 14 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020;
NATALE al Residence Orchidea a Pietra Ligure: inaugurazione 20 dic. 2019
EARTH for Earth . Arte ecosostenibile: Galleria Complesso Mon.le Priamar Savona inaugurazione 8 dicembre 2019, sino al 6 gennaio 2020
Particolarmente “laspesiana” è stata l’esposizione “ACQUA. Omaggio a Leonardo”, alla Galleria del Cavallo, Valleggia di Quiliano (SV), sino al 6 gennaio 2020, evento nel cinquecentesimo anniversario della morte del Genio Univeraale di Vinci, durante il quale si sono tenute conferenze su Leonardo, il 6 ed il 21 dicembre, a cura di Silvia Bottaro, la presentazione del libro “La Musica del Male” di Daniela Piazza, il 15 dicembre, con letture a cura dell’attore Jacopo Marchisio, con note musicali da parte del soprano Maria Catharina Smits, accompagnata da Gaetano Conte alla dulciana e dalla stessa Daniela Piazza al clavicembalo, presentazione di Massimiliano Caldera, storico dell’arte.
Rosanna, alla ricerca di una comunicazione artistica che scaturisce dagli elementi fondamentali, in particolare dall’acqua, riesce sempre, in modo affascinante, a coniugare un messaggio di sottile essenza “estetica” con una voce di impegno e di presenza nel fluire del tempo. Particolarmente a suo agio nell’omaggio a Matera, con l’opportunità di poter fondere la pietra con la luce in un’opera, secondo le parole dell’artista stessa, che: “…in qualche modo rivela una sintesi della mia poetica artistica attenta da sempre al linguaggio della terra, a ciò che ci restituisce in bellezza o alle ferite che subisce da noi umani.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *