Please assign a menu to the primary menu location under menu

ATTUALITÀCULTURAREGIONE

Non è Natale senza il mercatino di San Nicola

Dal 2 al 23 dicembre, in piazza Piccapietra, torna il tradizionalemercatino di San Nicola quest’anno all’edizione numero 33; è il più grande mercatino natalizio della solidarietà in Italia, l’unico gestito da una Onlus, è il più antico di Genova e dà spazio a oltre 120 associazioni, che in questo modo possono autofinanziarsi e garantire il sostentamento all’intero mondo della solidarietà genovese. Il progetto “Diversità come valore” proposto da ISFORCOOP Genova,  l’ente di formazione, presente nel quartiere di San Fruttuoso dal 2016 e attivo nel territorio ligure nelle sedi di Genova, Savona e La Spezia da oltre 30 anni, è incubatore di idee e progetti innovativi di inclusione sociale e inserimento lavorativo e socio lavorativo, con particolare attenzione a persone in situazione di svantaggio o a rischio di esclusione sociale; quest’anno l’ente, presente al mercatino di San Nicola dal 12 al 21 dicembre, destinerà il ricavato della vendita (a offerta libera) dei manufatti realizzati dagli allievi, in beneficenza al centro antiviolenza Pandora e al Centro Multidisciplinare per la Presa in carico del bambino con Stroke (ictus) pediatrico e neonatale presso l’Unità Operativa di Medicina Fisica e di Riabilitazione dell’Istituto Giannina Gaslini.

“L’evento torna a pieno regime con il corteo storico l’8 dicembre ed è un piacere legare il mercatino classico alla beneficenza”, dichiara l’assessore al commercio Paola Bordilli, “ed è importante far vedere cosa facciamo perchè Genova è Capitale del Natale. Questo è un bel modo per far conoscere il lavoro delle associazioni cittadine ed il legame Genova-mercatino-tradizione è ormai consolidato; ci saranno ben 70 banchi che si alternano e questo evento è un importante richiamo per tutti tanto che abbiamo richieste fin dal mese di settembre”.

Parole simili da parte di Marta Cereseto, presidentessa dell’Associazione Volontari Mercatino di San Nicola :”Ringrazio l’assessore Bordilli per cosa fa dicendo che quella di valorizzare le associazioni rispetto agli artigiani è stata una scelta importante; torneranno gli animali all’interno dell’area e ci saranno associazione con lo stand fisso mentre altre saranno presenti uno o due giorni e sabato 17 sarà la Giornata del Volontario, una giornata di orientamento che permette alle associazioni di cercare nuovi volontari. Il palco sarà a disposizione delle scuole e la processione si snoderà da Piazza Matteotti a Piazza Piccapietra; il mercatino si terrà fino al 23 dicembre con il taglio del nastro giovedì 8 e la presenza del corteo. Saranno coinvolte 120 associazioni ed alcuni artigiani senza dimenticare che la cucina darà la possibilità a tutti i senzatetto di avere un pasto caldo gratis”.

“Da 30 anni siamo a Genova, La Spezia e Savona ed abbiamo progetti di inclusione sociale ed inserimento lavorativo per giovani svantaggiati”, prosegue una rappresentanza di ISFORCOOP, “e saremo presenti dal 16 al 21 dicembre con i nostri ragazzi. I manufatti che si potranno trovare sono frutto dei nostri laboratori e le offerte saranno destinate al centro antiviolenza Pandora e al Centro Multidisciplinare per la Presa in carico del bambino con Stroke (ictus) pediatrico e neonatale presso l’Unità Operativa di Medicina Fisica e di Riabilitazione dell’Istituto Giannina Gaslini; i nostri allievi gestiranno lo stand e sono protagonisti di processi più ampi”.

“Noi accogliamo bambini disabili”, sottolinea il rappresentante di Dimora Accogliente, “ed abbiamo iniziato il progetto Agricoltura Sociale. Tutto ciò ci piace molto e lavori di questo tipo permettono di educare i ragazzi a vivere in autonomia”.

“Per noi è fondamentale migliorare i nostri servizi ogni anno”, afferma Pierluigi Bruschettini, presidente de La Band degli Orsi, “ed ogni occasione è importante per ottenere questo traguardo. Sono diverse le cose che devono svilupparsi ed anche se siamo contenti di cosa si fa serve l’aiuto di tutti”.

“Ringrazio tutte le realtà coinvolte per cosa fanno dicendo che sono un patrimonio importante e realtà che si rinnovano”, riprende l’assessore Bordilli, “e vedere le associazioni che collaborano tra loro non è un fatto scontato. Ogni giorno avremo importanti ospiti in cucina ed ogni sera la cucina sarà a disposizione dei senzatetto”.

“Avremo spettacoli importanti e la partecipazione al corteo si prevede ampia; avremo il gonfalone di Genova delle Repubbliche Marinare e la messa dell’11 dicembre sarà gestita dalla comunità ucraina celebrata secondo il rito ortodosso”, conclude uno degli organizzatori.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: