AttualitàCultura e Musica

Presentato “Musica in pillole”

Si è tenuta, alla presenza del sindaco di Borgio Verezzi Renato Dacquino, dei rappresentanti della Fondazione De Mari, dell’Opera Giocosa, dell’Associazione Rossini e della scrittrice Emanuela Abbadessa, la presentazione di “Musica in Pillole”, una serie di incontri aventi come tema la storia musicale che si terranno a Savona, Borgio Verezzi e Laigueglia.

“Ringrazio la Fondazione De Mari che ci sostiene e voglio dire che bisogna continuare ad investire nella cultura”, dichiara Giovanni Di Stefano, presidente dell’Opera Giocosa, “ma bisogna fare attività didattica facendo capire ai ragazzi l’importanza della musica. La produzione di Savona si terrà anche a Borgio Verezzi e Laigueglia e rivolgo nuovamente un sincero grazie alla Fondazione De Mari per aver creduto nel progetto il cui filo conduttore sarà il melodramma che andrà a raccordarsi con “La Traviata”, titolo inaugurale della stagione lirica invernale che sarà presentata mercoledì 30 settembre alle ore 11.30 presso il foyer del Teatro Chiabrera di Savona”.

Stessa soddisfazione da parte della dottoressa Cossetta in rappresentanza della Fondazione De Mari :”La Fondazione sostiene molte attività ed appoggiamo anche il Festival di Borgio così come abbiamo contribuito all’allestimento della Sala Stella Maris a Savona; ci piace molto vedere insieme le diverse realtà così che tutte possono lavorare meglio. E’ molto importante accompagnare gli incontri musicali con la lettura e spero che gli incontri vengano registrati in modo da essere visti da un numero maggiore di persone”.

“Sono contento di essere qui e mi sento di dire che facciamo cose belle pur essendo una realtà piccola”, afferma il sindaco Dacquino, “ma lavoriamo sulla qualità, sull’innovazione e sull’uso corretto delle risorse. Ringrazio tutti coloro che hanno creduto nel progetto e ricordo che il nostro comune ha vinto il contest su Facebook come Borgo più bello di Liguria; un sincero grazie va anche alla Fondazione De Mari ma voglio anche dire che ho una squadra giovane che lavora bene e sta pensando agli eventi per la prossima estate”.

“Mi piace molto la collaborazione per unire il teatro e l’opera”, sottolinea una collaboratrice del comune di Borgio Verezzi, “e vorrei che si realizzasse qualcosa dedicato a Maria Callas. Il nostro comune è bello e spero si possano fare sempre più eventi e manifestazioni”.

“Sono nel direttivo dell’Opera Giocosa ed il complesso di San Matteo a Laigueglia accoglie gli eventi perchè desidera”, evidenzia Don Danilo, parroco di Laigueglia, “e la ricerca attende che gli eventi incontrino la chiesa; ringrazio la Fondazione De Mari che ha contribuito al restauro dell’organo dell’oratorio e di quello della chiesa. La musica nasce da tre esperienze, amore, dolore, divino, si ricapitola in un’identità e diventiamo una cosa sola con lei; sono molto contento che una delle tre località scelte sia Laigueglia”.

“A casa mia abbiamo tutti studiato musica e sono convinta che debba essere compresa da tutti”, ricorda Emanuela Abbadessa, “ma dobbiamo portarla nella quotidianità mettendo in relazione la musica con un prodotto che ci sta a cuore. Occorre far comprendere le opere a tutti per capire meglio il mondo che ci circonda e si metteranno in relazione le diverse arti, musica, scultura e pittura del periodo in questione perchè le arti non sono mai disgiunte. Ringrazio la Fondazione De Mari e sono contenta del fatto che questo progetto abbia coinvolto Savona, Borgio Verezzi e Laigueglia ma spero che possano essere anche altri i comuni coinvolti”.

“La Fondazione De Mari ci aiuta e questa sala ha una storia importante poichè è collegata alla Chiesa di San Raffaele”, dichiara Sergio Torterolo, presidente dell’Associazione Rossini, “ed era stata creata per l’accoglienza dei marittimi; ancora oggi questa categoria viene aiutata qui ma in modo diverso rispetto al passato. Vorrei che qui ci fosse una sorta di punto d’incontro per la città e le persone con la volontà di far diventare questo sito una sala polivalente ed entro la fine dell’anno verranno realizzati altri tre concerti in questa sede; Savona ha bisogno di mettersi in piedi e ripartire”.

“Stiamo facendo un progetto culturale dedicato alle scuole in collaborazione con il Rotary e ci stiamo organizzando sulla modalità di realizzazione; ci piace molto l’apertura del teatro ad Imperia e vorremmo realizzare una sorta di Aurelia di spettacolo e cultura coinvolgendo diverse realtà. Gli incontri con la dottoressa Abbadessa sono gratuiti e ad ingresso libero ma è preferibile prenotare su www.operagiocosa.it o al numero 366-6726682”, conclude Giovanni Di Stefano.

 

Di seguito il programma degli eventi nei tre comuni

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: