Please assign a menu to the primary menu location under menu

ATTUALITÀ

Rincari energetici, summit in comune per tagliare i consumi di gas e luce

 Il Comune punta a limitare i consumi a fronte della prospettiva di ulteriori rincari sulle forniture energetiche. È prevista per venerdì mattina una riunione dedicata al tema della riduzione della spesa, alla quale prenderanno parte l’amministrazione comunale, il segretario e i responsabili dei servizi municipali. Nel frattempo gli uffici preposti hanno elaborato una serie di proiezioni, valutando i diversi scenari che potrebbero concretizzarsi nell’immediato futuro, per capire dove e come intervenire allo scopo di preservare gli equilibri di bilancio.

«Siamo consapevoli che l’onda d’urto degli aumenti potrà essere violenta – dice in proposito il sindaco di Broni, Antonio Riviezzi – ed è per questo che ci siamo messi al lavoro subito, così da non farci trovare impreparati. Già negli ultimi mesi siamo stati messi seriamente in difficoltà dal progressivo aumento dei costi di luce e gas: una situazione che, purtroppo, sembra destinata ad aggravarsi e a pesare sempre di più sulle casse degli enti locali».

Dal canto suo il Comune di Broni ha già attuato o predisposto diversi interventi finalizzati alla riduzione dei consumi, relativi sia agli immobili di proprietà, sia ai mezzi di trasporto. «Grazie a un contributo regionale – ricorda Riviezzi – abbiamo sostituito le auto in dotazione all’Ufficio tecnico, che ora sono tutte elettriche. Abbiamo inoltre richiesto e ottenuto un finanziamento per installare nelle scuole sistemi di accumulo da collegare ai pannelli fotovoltaici esistenti, in modo da riutilizzare l’energia elettrica in eccesso prodotta nei momenti di maggior attività degli impianti. Altri 70mila euro, sempre da un bando della Regione Lombardia, verranno poi utilizzati per la sostituzione di infissi, serramenti e caldaie negli alloggi di edilizia residenziale pubblica. Intendiamo proseguire su questa strada – conclude il primo cittadino di Broni – attuando tutte le soluzioni possibili per ridurre sensibilmente il consumo di energia e i relativi costi a carico dell’ente».

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: