Please assign a menu to the primary menu location under menu

ATTUALITÀCULTURAREGIONE

Presentata la terza edizione di “Incontri in blu. Uomini, donne e storie di mare”

I personaggi blu sono donne e uomini fuori dell’ordinario legati al mare; atleti che compiono grandi imprese, sportivi che prendono parte a importanti competizioni, imprenditori che si misurano con le onde e con il vento oltre che con il mercato, uomini di cultura che sul blu affinano il loro pensiero. Persone che credono e si battono per la salvaguardia dei mari; gli “Incontri in blu” sono il palco sul quale si raccontano. Da giovedì 22 a sabato 24 settembre al Galata Museo del Mare, al via la terza edizione della rassegna di conferenze denominata “Incontri in Blu. Uomini, donne e storie di mare”, speciale 62° Salone Nautico Internazionale; tre giorni di incontri con personaggi eccezionali: giovedì 22 settembre sarà la volta di Luca Bassani Antivari, imprenditore visionario, fondatore di Wally Yachts, venerdì 23 settembre a salire sul palco del Galata Museo del Mare sarà Mauro Morandi l’eremita di Budelli mentre sabato 24 settembre Jean Le Cam, velista francese che ha compiuto il giro del mondo più volte, racconterà al pubblico le sue imprese straordinarie. Tutti gli appuntamenti della durata di circa un’ora sono condotti dal giornalista e scrittore Fabio Pozzo e si svolgeranno a partire dalle ore 19.00 al Galata Museo del Mare, ad ingresso gratuito, fino ad esaurimento posti.

“Ringrazio Nicoletta Viziano e Mauro Avvenente dicendo che questi appuntamenti sono importanti per tutti”, dichiara il curatore degli incontri Fabio Pozzo, “ma la cosa più bella è che sono legati al mare ed al Salone Nautico”.

Stessa soddisfazione da parte di Nicoletta Viziano, presidente Mu.Ma :”Tutto è partito nel 2018 e Confindustria Nautica ci ha aiutati molto; sono sempre stati presenti personaggi famosi a livello internazionale e proprio quest’anno abbiamo sponsor nuovi come Rina e Fincantieri. Spero che tutto ciò possa diventare un appuntamento fisso e ricordo che questi incontri avverranno dopo la chiusura del Salone Nautico; si riparte con una versione più concentrata di questa rassegna ed è importante far conoscere il museo grazie alla presenza di importanti ospiti”.

“Porto i saluti del sindaco Bucci dicendo che Genova è una città splendida”, afferma l’assessore Mauro Avvenente, “e non voglio dimenticare la sinergia tra Pegli e Carloforte dove c’è una massiccia presenza di nostri concittadini. Il Salone Nautico è una delle eccellenze della nostra città che ha un importante legame con il mare in ogni settore; per noi eventi di questo genere sono motivo di orgoglio e mi piace vedere tanti turisti nella nostra città”.

“Il 22 settembre avremo Luca Bassanti Antivari”, prosegue Pozzo, “il cui padre fondò l’azienda Bticino portando il design tra gli interruttori e nel 1989 l’azienda venne venduta. Due anni dopo, nel 1991, venne varata Wallygator, un’imbarcazione che sapeva coniugare l’andare veloce in modo facile; questo grande uomo ha capito di aver fatto centro quando le sue imbarcazioni erano oggetto del desiderio degli armatori e delle loro donne. Venerdì 23 sarà la volta di Mauro Morandi, l’eremita di Budelli; insegnante di Educazione fisica, nel 1989 salpa dalla Calabria con un catamarano e due amici per fare rotta sulla Polinesia. Fa una tappa all’isola della Maddalena, con l’intento di guadagnare un po’ di soldi usando la sua barca per effettuare servizi charter; il suo viaggio rimane sulla carta perchè sbarca a Budelli, ne è conquistato e accetta il posto di guardiano nel frattempo liberatosi. Resterà sull’isola per 32 anni, resistendo ai passaggi di proprietà, ai progetti, agli inverni, alle intimazioni di sfratto da parte dell’Ente Parco della Maddalena; una battaglia a difesa della sua vita di anarca e della celebre Spiaggia Rosa. La rassegna si concluderà sabato 24 con Jean Le Can soprannominato le Roi Jean per la sua grande carriera; dopo aver vinto numerosi riconoscimenti nel 2009 è naufragato a Capo Horn ed è stato soccorso da un avversario mentre nel 2020 è stato lui a salvare un partecipante naufragato. Dopo questo gesto il presidente francese Emanuel Macron gli ha conferito la Legion d’Onore; per la prima volta sarà in Italia”.

“Siano orgogliosi di tutti i nostri ospiti venuti qui negli anni e questa terza edizione cambia formula; i partecipanti di quest’anno sono tre persone molto diverse tra loro e speriamo in un grande successo di pubblico”, conclude Fabio Pozzo.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: