Attualità

Sul Priamàr la storia delle donne di talento

Fortezza Priamar savonaBilancio positivo per la nuova tappa a Savona di Progetto Donne e Futuro, iniziativa promossa da Cristina Rossello, avvocato cassazionista e docente in diritto societario, per valorizzare il talento femminile. La giornata nella Sala Convegni sul Priamàr ha messo a contatto diretto i giovani delle scuole secondarie superiori con professioniste affermate in ogni campo. Hanno portato la loro testimonianza Patrizia Giallombardo, c.t. della nazionale italiana di nuoto sincronizzato, e Terry Gordini, pluricampionessa di pugilato a livello mondiale. “Sul tema dello sport – ha commentato l’avvocato Rossello – Progetto Donne e Futuro sta facendo un lavoro di sensibilizzazione, per far emergere le criticità del settore sia a livello istituzionale sia nella percezione comune”. La sessione pomeridiana del convegno ha sviluppato alcuni dei principali temi su cui si focalizza il lavoro dell’associazione: “Progetto Donne e Futuro Insieme”, con l’intervento di Erika Leonardi, consulente, formatore ed autore di testi; “Progetto Donne e Futuro Governance”, con Paola Schwizer, docente di Economia degli intermediari finanziari dell’Università di Parma e alla Bocconi, e le giornaliste del Corriere della Sera Maria Silvia Sacchi e Luisa Pronzato; “Progetto Donne e Futuro Osservatorio”, con Anna Maria Torterolo, presidente Comitato Imprenditoriale Femminile della Camera di Commercio di Savona e Francesca Accinelli, membro del consiglio direttivo dell’Unione Industriali di Savona; “Progetto Donne e Futuro Mediterraneo”, con Maria Gloria Giani Pollastrini, presidente dell’International Propeller Club Port di Livorno, Antonella Granero, dirigente Affari Generali e Risorse Umane dell’Autorità Portuale di Savona, Marcella De Salvo, già tesoriera nazionale Fidapa; “Progetto Donne e Futuro Arte”, con Liliana Cosi, direttrice della Scuola di ballo Cosi – Stefanescu. Progetto Donne e Futuro ha fatto del mentoring lo strumento di promozione del talento femminile, coinvolgendo professioniste affermate in un percorso di sostegno di giovani ragazze meritevoli. Un’idea che, assieme a un articolato calendario di incontri in tutta Italia, ha portato alla creazione di una rete di oltre 150 persone attive nel progetto.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: