Economia

La piattaforma di Vado Ligure all’esame del Provveditorato

piattaforma vado ligureIl Provveditorato interregionale alle Opere Pubbliche di Lombardia e Liguria ha convocato per domani nella sede di Genova la conferenza dei servizi deliberante sui lavori di realizzazione della piattaforma multipurpose di APM Terminals nel bacino portuale di Vado Ligure. La variante al progetto definitivo, che prevede la sostituzione dei cassoni sotto la banchina del TRI (Terminal Rinfuse Italia) e l’avanzamento di circa 60 metri dell’area a terra ha ottenuto nelle scorse settimane dalla Regione Liguria la pronuncia positiva di compatibilità ambientale, con alcune prescrizioni. Le conclusioni del Settore regionale Valutazione di Impatto Ambientale indicano che le variazioni apportate al progetto definitivo “non risultano avere effetti negativi particolarmente significativi rispetto al quadro ambientale rilevato in sede di Via sul litorale e sulla qualità delle acque”. Le varianti comportano “una moderata accentuazione della rotazione della spiaggia tra la foce del Segno e la foce del Quiliano che si ritiene gestibile con interventi di mitigazione”. Su questo fronte si va verso l’inserimento nell’Accordo di programma di clausole di garanzia per la spiaggia. Sotto il profilo della qualità dell’aria, in rapporto all’incremento del numero di navi generato dall’entrata in esercizio della piattaforma, il Settore VIA conferma la “sussistenza delle criticità già individuate nel 2009”. Un accento particolare viene quindi posto sull’opportunità di integrare e potenziare i sistemi di monitoraggio, con l’obiettivo di ottenere una progressiva diminuzione delle emissioni delle navi. Anche le macchine a terra dovranno essere per quanto possibile ad alimentazione elettrica. In alternativa il carico inquinante dovrà essere compensato riconvertendo ad elettrico un equivalente quantitativo di mezzi diesel operanti già oggi nell’ambito portuale (ad esempio elettrificando la linea ferroviaria o agendo con sistemi di abbattimento delle emissioni delle navi in sosta).

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: